lunedì 3 settembre 2012

Treccia danese con zucchine pomodorini e philadelphia

Buongiorno a tutti!!!!!!!
Finalmente un pò di frescura ,che bello!!
Oggi vi posto la ricetta di questa treccia favolosa,bella da vedere e buonissima,che farà rimanere i vostri ospiti a bocca aperta!!!Potete farcirla come volete.Con queste dosi ricaverete due trecce.

INGREDIENTI:
550 gr di farina manitoba MOLINI ROSIGNOLI
200 gr di farina 00 MOLINI ROSIGNOLI
3 uova intere
50 gr di strutto
2 cucchiaini rasi di zucchero ERIDANIA
20 gr di burro morbido INALPI
1 cubetto di lievito di birra
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva OLIO DANTE
2 cucchiaini di sale Gemma di mare
150 ml di acqua tiepida

Per la farcia:
4 zucchine tagliate a dadini
4 pomodori rossi
250 gr di philadelphia
formaggio grattugiatoINALPI
saleGemma di mare
foglio di carta forno OTTIMO
2 contenitori di alluminio OTTIMO
Un pò di olio OLIO DANTE
Per la spennellatura
1 uovo ed un pò di latte

PROCEDIMENTO:
Mettere in una ciotola  la farina,lo zucchero,al centro aggiungervi le uova,il burro,lo strutto,l'olio ed il lievito e con l'acqua tiepida iniziare ad amalgamare il tutto,aggiungiamo il sale ed aggiungiamo anche un pò di latte che ho omesso negli ingredienti,per una mia dimenticanza. Ora impastiamo fino ad ottenere un panetto morbido ed omogeneo non appiccicoso,se tale dovesse risultare ,aggiungete altra farina.
Disponete l'impasto in due ciotole e lasciateli lievitare per 2 ore in luogo caldo coperte da un panno.
Nel frattempo cuocete le zucchine tagliate a dadini in una padella con un pò di olio,aggiungete il sale ed i pomodorini .Quando li mettete nella pasta lievitata devono essere freddi,mi raccomando!
Trascorso il tempo della lievitazione prendere l'impasto e ponetelo sul un foglio di carta forno molto grande.Stendetelo con il matterello ,ritagliare  le strisce e farcire con le zucchine cotte,eggiungervi sopra la filadelphia ed una spolverata di formaggio grattugiato.
Ripiegare per prima cosa  i due bordi dell'estremità e poi continuare ad intrecciare.
Spennellare con l'uovo ed il latte e metterle in contenitori di alluminio con tutta la carta forno.(E' possibile spennellarla anche solo con un pò di latte ed acqua.
Lasciarle lievitare per un 1h e dopo infornare a 180° per circa 30 minuti...
E' Buonissima....
Se avete il Bimby fare l'impasto con la funzione spiga...


Risultato ottenuto
^_^ ALLA PROSSIMA RICETTA

17 commenti:

  1. Che buona! E ti è venuta davvero molto bella! Buon lunedì!

    RispondiElimina
  2. Sembra molto buona.....!!! Molto bello il tuo blog se ti va passa a trovare il mio ...http://tacchiepolpette.blogspot.it.
    ciao Alessia

    RispondiElimina
  3. CHE BELLA DA VEDERSI!! e anche da mangiarsi posso immaginare Laura:)

    RispondiElimina
  4. Buonissima e bellissima, complimenti! Voglio provare a farla, salvo la ricetta! :) Un bacione e buona settimana :)

    RispondiElimina
  5. eh si finalmente qualche giornata fresca!!
    che bella proposta!
    grazie
    ciao ciao
    anna

    http://profumidipasticci.blogspot.it/

    RispondiElimina
  6. Buon lunedì cara :) e complimenti per questa ottima treccia :) la mangerei ogni giorno e poi vedo che hai usato prodotti di ottima qualità :)

    RispondiElimina
  7. Sembra buonissima! Proverò a farla anche io!

    RispondiElimina
  8. quanto mi piacciono queste preparazioni, bravissima Laura!!!!!

    RispondiElimina
  9. veramente bella e il contrasto di colore del ripieno attira molto!

    RispondiElimina
  10. ha dei bei colori,aggiunta al mio ricettario *__*

    RispondiElimina
  11. L'ho fatta oggi con qualche modifica, rendendola una treccia mediterranea! L'impasto di base è davvero buono!

    RispondiElimina
  12. che meraviglia!!!!!!! la chiusira è bellissima! e immagino quanto deve esser buona... io adoro questo questi rustici...

    RispondiElimina
  13. Eccomi cara Laura finalmente con un pò di fresco , bellissima treccia invitante!!
    bravissima bacioni

    RispondiElimina
  14. Una ricetta davvero invitante! Beatrice Rossi me l'ha segnalato; prima non avevo conosciuto né il tuo blog né questa ricetta. È interessante che voi italiani cucinate spesso col Philadelphia, mentre noi americani lo mettiamo sopra i bagle e basta! Credo che non l'usiamo spesso nelle ricette. Sono curiosissimo: anticamente, quale formaggio usavano gli antenati partenopei, in luogo di Philly?

    RispondiElimina